LUGLIO 2020 – Il Consiglio dei Ministri riunitosi in data 29 luglio 2020 ha deliberato una serie di provvedimenti connessi all’emergenza da Coronavirus, oltre ad alcune misure che saranno oggetto di definizione attraverso appositi decreti.

La proroga dello stato di emergenza sino al 15 ottobre 2020 è uno dei provvedimenti attesi e adottati per superare dubbi e incertezze degli ultimi giorni.

L’ostacolo da superare era la coesistenza della procedura semplificata di comunicazione dei rapporti di lavoro agile/smart working con la fine dell’emergenza sanitaria, inizialmente fissata alla data del 31 luglio 2020 (circolare Api Lecco n. 90 del 09/03/2020).

Il nuovo termine consentirà ai datori di lavoro interessati di procedere con il rinnovo della comunicazione massiva degli addetti coinvolti in lavoro agile/smart working sino alla data del 15 ottobre 2020 utilizzando la procedura semplificata disponibile sul sito ministeriale di cliclavoro e rimandare oltre tale data la sottoscrizione degli accordi individuali con gli stessi come previsto dalla Legge 81/2017.

Per completare le informazioni a tutti i livelli, suggeriamo ai datori di lavoro di comunicare ai propri addetti coinvolti dal lavoro agile/smart working, attraverso i canali abituali (mail, messaggio, altro), la continuità dello strumento.