Con la recente Decisione 2021/689 del 29 aprile è sancita la conclusione dell’accordo sugli scambi commerciali e la cooperazione tra l’UE e il Regno Unito e la sua definitiva entrata in vigore.

Ricordiamo che la firma del 30 dicembre 2020 riguardava l’applicazione solo a titolo provvisorio dell’accordo, con riserva della sua conclusione in una data successiva; essendo stati i negoziati portati a termine in una fase molto tardiva, non era infatti stato possibile procedere alla revisione giuridico-linguistica finale dei testi.

Scambio di merci

Per quanto riguarda lo scambio di merci, ricordiamo che l’accordo prevede il divieto di imporre dazi doganali e restrizioni all’importazione o all’esportazione di beni provenienti o destinati ad una o all’altra Parte.

Regole di origine

Il CAPO 2 dell’accordo stabilisce le disposizioni che determinano l’origine delle merci ai fini dell’applicazione del trattamento tariffario preferenziale e relative procedure.

Segnaliamo, a titolo esemplificativo, che ai fini dell’applicazione del trattamento tariffario preferenziale sono considerati originari:

·i prodotti interamente ottenuti ai sensi dell’articolo 41;

·i prodotti fabbricati a partire da materiali originari;

·i prodotti fabbricati incorporando materiali non originari, purché soddisfino le prescrizioni di cui all’allegato 3.

La Decisione UE 2021/689 e il testo dell’accordo tra UE e UK sono disponibili consultando la L149 – Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 30 aprile 2021.