L’Agenzia delle entrate, con interpello n. 205/E/2022, in risposta a specifico quesito, chiarisce che l’articolo 14-bis della Direttiva Iva stabilisce che nelle cessioni facilitate da un’interfaccia elettronica, il soggetto che gestisce la piattaforma che facilita l’operazione di vendita è considerato il debitore dell’Iva nei confronti dell’Erario.

Ne consegue che nella disciplina del rimborso Iva, tra le operazioni attive da tenere in considerazione rientrano anche quelle esenti da imposta (normalmente escluse), qualora diano diritto a detrazione e quindi devono pertanto computarsi anche le operazioni legate alla finzione giuridica voluta dal legislatore tra fornitore e facilitatore delle cessioni ai consumatori finali tramite l’uso di una interfaccia elettronica.

Per approfondire CLICCA QUI.